Concorso a cattedra per materie scientifiche (STEM) al via per 6.129 posti

Concorso a cattedra per materie scientifiche (STEM) al via per 6.129 posti

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto sostegni con il quale si avviano, tra l’altro, le procedure per il concorso a cattedra rivolto esclusivamente alla copertura dei posti per le materie scientifiche. I posti messi a bando per le materie STEM sono 6129.

Il concorso prevederà una prova scritta con quesiti a risposta multipla, volta all’accertamento di conoscenze e competenze dei candidati sulle discipline della specifica classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese.

La prova, computer–based, si svolgerà nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali e consisterà nella somministrazione di 50 quesiti, 40 dei quali riguarderanno i programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso, 5 sull’informatica e 5 sulla lingua inglese. Non sono ancora noti i programmi per inglese e informatica.

La prova avrà una durata massima di 100 minuti, oltre gli eventuali tempi aggiuntivi previsti secondo la normativa vigente. Ogni risposta esatta varrà 2 punti, risposte errate o non date zero punti. La prova orale sarà  valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

La formazione delle graduatorie avverrà entro il 31 luglio 2021 e saranno utilizzate per le immissioni in ruolo relative all’anno scolastico 2021/2022 entro il 30 ottobre 2021.

I posti divisi per classe di concorso

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con le date dello svolgimento del concorso straordinario per il ruolo che mette a bando 32.000 posti.

Le prove si terranno dal 22 ottobre fino al 9 novembre con scaglionamento per classe di concorso.

Sono previste misure di sicurezza anti Covid come misurazione della temperatura dei candidati all’ingresso. Chi registrerà una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi centigradi non potrà sostenere la prova.

La prova scritta

  • La prova scritta, da superare con il punteggio minimo di 56/80 sarà computer based, distinta per classe di concorso e tipologia di posto.
  • La durata della prova e’ pari a centocinquanta minuti, salvo gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 per chi ne beneficia.

La prova scritta per i posti comuni, é articolata come segue:

a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento;
b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del “Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.”

La prova scritta per i posti di sostegno é articolata come segue:

a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilita’, nonche’ finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilita’;

b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La prova scritta per le classi di concorso di lingua inglese è svolta interamente in inglese ed è composta da 6 quesiti a risposta aperta rivolti alla valutazione delle relative conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche.

I quesiti delle classi di concorso relative alle restanti lingue straniere, sono svolti nelle rispettive lingue, più la valutazione della capacita’ di comprensione del testo in lingua inglese al livello B2 con il quesito di lingua inglese.

VAI A TUTTE LE INFO SUI CONCORSI

VAI ALLE INFO DEL MIUR

Lavoratori fragili, invia l’istanza compilando il modulo online ULMScuola

Lavoratori fragili, invia l’istanza compilando il modulo online ULMScuola

La circolare interministeriale n. 13 del 04.09.2020, definisce che è il lavoratore a dover presentare istanza di “lavoratore fragile” al datore di lavoro.

Sul nostro sito dei servizi www.insegnareoggi.it è presente il modulo online riservato agli associati della ULMScuola.

Nella circolare si rileva che è diritto del lavoratore quello di richiedere al DS l’attivazione di adeguate misure di sorveglianza sanitaria in ragione dell’esposizione al rischio da SARS cov2 in presenza di patologie con scarso compenso clinico. Le richieste dovranno essere corredate da documentazione medica relativa alla patologia diagnosticata a supporto della valutazione del medico competente. Il DS dovrà assicurare la possibilità al personale scolastico di richiedere l’attivazione di adeguate misure di sorveglianza sanitaria in ragione dell’esposizione al rischio da SARS cov2 in presenza di patologie con scarso compenso clinico.

La visita potrà svolgersi o presso il medico competente o l’INAIL, o l’ASL, o presso i dipartimenti di medicina legale e di medicina del lavoro dell’Università.

ULMScuola sostiene la Fondazione Pascale di Napoli

ULMScuola sostiene la Fondazione Pascale di Napoli

Siamo lieti di informare i nostri associati che in data 30 aprile abbiamo provveduto a bonificare all’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale” di Napoli la somma di € 730 raccolta in favore della ricerca per l’emergenza Coronavirus.

Il nostro impegno non termina ma continua con il prosieguo ad oltranza della raccolta fondi, perché “ULMScuola sa fare squadra”!

Contribuisci con una donazione sul
Conto corrente intestato a ULMSCUOLA
IBAN: IT26L0760103400001038246334 CAUSALE: COVID-19 DONAZIONE PASCALE

ULMScuola offre i propri servizi a chi aiuta la ricerca. Fai una donazione di almeno € 10 per sostenere la Fondazione Pascale di Napoli, impegnata nella lotta al coronavirus e otterrai assistenza gratuita per tutto il 2020.

HELP ON LINE
1
Help on Line
Ciao, come possiamo aiutarti?