Mobilità Docenti 2021/22 – pubblicati gli esiti

Mobilità Docenti 2021/22 – pubblicati gli esiti

Quest’oggi sono stati pubblicati gli esiti della mobilità docenti 2021/22 per tutti gli ordini di scuola. Di seguito i file da scaricare.

Per coloro i quali le domande di mobilità non siano state soddisfatte, è possibile ricorrere avverso la procedura appena espletata aderendo ai ricorsi predisposti dal nostro Ufficio legale.

PER INFO SCRIVERE A ufficiolegale@ulmscuola.it 

SCARICA GLI Esiti Mobilità docenti 2021/22

Un’altra vittoria in tribunale, docente fuori sede torna al Sud

Un’altra vittoria in tribunale, docente fuori sede torna al Sud

Il ricorso esclusivo della ULMScuola a favore dei docenti Fuorisede che dopo molti anni ancora restano ingabbiati nelle province del nord, fa sempre più breccia negli orientamenti dei Giudici del Lavoro di tutta Italia. Dopo Lanciano, Genova, Verona, Castrovillari, anche il Tribunale di Prato accoglie le ragioni dei nostri legali che rivendicano per la mobilità il 100% delle disponibilità, disponendo il trasferimento immediato di una nostra associata, una collega, un’amica che ci ha dato fiducia e che, finalmente, potrà tornare a casa.

Altre sentenze sono attese durante i prossimi mesi, Napoli, Siracusa, Catania, Roma.

PER INFORMAZIONI

Telefona al 3714125200 (anche Whatsapp)

Scrivi a ufficiolegale@ulmscuola.it

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con le date dello svolgimento del concorso straordinario per il ruolo che mette a bando 32.000 posti.

Le prove si terranno dal 22 ottobre fino al 9 novembre con scaglionamento per classe di concorso.

Sono previste misure di sicurezza anti Covid come misurazione della temperatura dei candidati all’ingresso. Chi registrerà una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi centigradi non potrà sostenere la prova.

La prova scritta

  • La prova scritta, da superare con il punteggio minimo di 56/80 sarà computer based, distinta per classe di concorso e tipologia di posto.
  • La durata della prova e’ pari a centocinquanta minuti, salvo gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 per chi ne beneficia.

La prova scritta per i posti comuni, é articolata come segue:

a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento;
b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del “Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.”

La prova scritta per i posti di sostegno é articolata come segue:

a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilita’, nonche’ finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilita’;

b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La prova scritta per le classi di concorso di lingua inglese è svolta interamente in inglese ed è composta da 6 quesiti a risposta aperta rivolti alla valutazione delle relative conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche.

I quesiti delle classi di concorso relative alle restanti lingue straniere, sono svolti nelle rispettive lingue, più la valutazione della capacita’ di comprensione del testo in lingua inglese al livello B2 con il quesito di lingua inglese.

VAI A TUTTE LE INFO SUI CONCORSI

VAI ALLE INFO DEL MIUR

Un’altra vittoria in tribunale, docente fuori sede torna al Sud

Mobilità interprovinciale al 100% con ULMScuola

RICORRI PER OTTENERE MOBILITÀ AL 100%

Fin dalla fondazione del nostro sindacato, abbiamo sostenuto la battaglia dei Fuori Sede, docenti bloccati in province diverse da quelle della propria residenza, la maggior parte nel nord Italia.

Ogni governo interpellato da ULMScuola non ha mai voluto affrontare il problema tanto è che nessun CCNI mobilità ha previsto una quota straordinaria per consentire a questi docenti (ad oggi si stimano in circa 25.000) il ricongiungimento con i propri familiari.

Né tantomeno le OO.SS. rappresentative che siedono al tavolo delle trattative hanno mai battuto i pugni per tutelare i docenti Fuori Sede.

ULMScuola è l’unico sindacato che sostiene e tutela i docenti Fuori Sede, nelle sedi istituzionali e nei tribunali con il ricorso esclusivo.https://www.insegnareoggi.it/ricorso-fuori-sede-ulmscuola/

RICORRI PER OTTENERE MOBILITÀ AL 100%

VITTORIA AL TAR E AL CDS DOCENTI FUORI SEDE  TRASFERITI

VITTORIA AL TAR E AL CDS DOCENTI FUORI SEDE TRASFERITI

ADERISCI AL RICORSO AL TAR AL COSTO DEFINITIVO DI € 100.

Sono del 2019 le decisioni favorevoli del TAR Lazio, Sez. III bis e del Consiglio di Stato, sez. VI, che hanno dato il via libera ai trasferimenti interprovinciali dei docenti sul 100% delle disponibilità.  

ULMScuola propone il ricorso al TAR per ottenere trasferimento su tutti i posti disponibili per la imminente mobilità 2020/2021. 

Per aderire al ricorso che ha un costo definitivo di  € 100 per gli iscritti alla ULMScuola SEGUI LE ISTRUZIONI A QUESTO LINK entro il 30/04/2020.