GPS: dal 16 al 24 luglio iscrizione elenchi aggiuntivi prima fascia, posto comune e sostegno.

GPS: dal 16 al 24 luglio iscrizione elenchi aggiuntivi prima fascia, posto comune e sostegno.

Avviso del Ministero dell’Istruzione rivolto ai docenti che hanno conseguito l’abilitazione e/o la specializzazione su sostegno: si potranno inserire negli elenchi aggiuntivi alla prima fascia, in modo da avere la priorità nell’assegnazione delle supplenze sui colleghi di II fascia non abilitati.

I docenti interessati potranno presentare domanda tramite Istanze online  tra il 16 luglio 2021 ed il 24 luglio 2021 con termine alle ore 14:00.

La novità è particolarmente di rilievo poiché dalla prima fascia delle GPS esclusivamente per l’a.s. 2021/22 si assumeranno docenti, nella fase straordinaria prevista in coda alle assunzioni ordinarie da GaE, GM 2016, 2018, straordinario 2020 e STEM.

Le aspettative dei precari sono molto alte sopratutto tra chi è, o lo sarà a breve, in prima fascia GPS negli elenchi del sostegno. In quasi tutte le province è probabile che si attingeranno a questi elenchi per le assunzioni in ruolo.

 

TFA Sostegno VI ciclo. Pubblicato il decreto

TFA Sostegno VI ciclo. Pubblicato il decreto

PREPARATI CON ULMSCUOLA – TEL. 3714125200 OPPURE SCRIVI A formazione@ulmscuola.it

Il Ministero dell’Università ha emanato il decreto n.755 del 6 luglio 2021 per l’attivazione del VI ciclo del TFA Sostegno. In palio 22mila posti disponibili. Prove preselettive dal 20 al 30 settembre 2021.

Requisiti infanzia e primaria

  1. Laurea in Scienze della formazione primaria (in qualsiasi anno conseguita)
  2. diploma magistrale conseguito entro l’a.s. 2001/02 (validi anche il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico e il diploma sperimentale a indirizzo linguistico)
  3. analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente

Requisiti secondaria primo e secondo grado

  1. abilitazione specifica sulla classe di concorso
  2. laurea coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del
    concorso+ 24 CFU i
    n discipline antropo – psico – pedagogiche ed in metodologie e tecnologie didattiche di cui al DM n. 616/2017

Gli ITP partecipano con il diploma.

Esclusivamente per questo ciclo, in deroga all’art. 4 comma 4 del decreto 8 febbraio 2019, n.92, i candidati che abbiano superato la prova preselettiva del V ciclo, ma che a causa delle misure sanitarie di prevenzione da COVID-19 (isolamento e/o quarantena, secondo quanto disposto dalla normativa di riferimento), non abbiano potuto sostenere le ulteriori prove, sono ammessi direttamente alla prova scritta.

PREPARATI CON ULMSCUOLA – TEL. 3714125200 OPPURE SCRIVI A formazione@ulmscuola.it

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto con le date dello svolgimento del concorso straordinario per il ruolo che mette a bando 32.000 posti.

Le prove si terranno dal 22 ottobre fino al 9 novembre con scaglionamento per classe di concorso.

Sono previste misure di sicurezza anti Covid come misurazione della temperatura dei candidati all’ingresso. Chi registrerà una temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi centigradi non potrà sostenere la prova.

La prova scritta

  • La prova scritta, da superare con il punteggio minimo di 56/80 sarà computer based, distinta per classe di concorso e tipologia di posto.
  • La durata della prova e’ pari a centocinquanta minuti, salvo gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 per chi ne beneficia.

La prova scritta per i posti comuni, é articolata come segue:

a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche in relazione alle discipline oggetto di insegnamento;
b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del “Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.”

La prova scritta per i posti di sostegno é articolata come segue:

a. cinque quesiti a risposta aperta, volti all’accertamento delle metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilita’, nonche’ finalizzata a valutare le conoscenze dei contenuti e delle procedure volte all’inclusione scolastica degli alunni con disabilita’;

b. un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacita’ di comprensione del testo al livello B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La prova scritta per le classi di concorso di lingua inglese è svolta interamente in inglese ed è composta da 6 quesiti a risposta aperta rivolti alla valutazione delle relative conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche.

I quesiti delle classi di concorso relative alle restanti lingue straniere, sono svolti nelle rispettive lingue, più la valutazione della capacita’ di comprensione del testo in lingua inglese al livello B2 con il quesito di lingua inglese.

VAI A TUTTE LE INFO SUI CONCORSI

VAI ALLE INFO DEL MIUR

Concorso straordinario, la prova si svolgerà dal 22 ottobre al 9 novembre.

Il Decreto Scuola è Legge

Il decreto sulla scuola che disciplina gli Esami di Stato conclusivi del I e del II ciclo di istruzione, la valutazione finale degli alunni, la conclusione dell’anno scolastico 2019/2020 e l’avvio del 2020/2021, le procedure concorsuali straordinarie per la Scuola secondaria di I e II grado è da oggi Legge della Repubblica, avendo ricevuta l’approvazione definitiva dalla Camera dei Deputati. Il testo definitivo è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Il comunicato MIUR

Il testo in G.U.

PARTECIPA PER IL RUOLO AL CONCORSO STRAORDINARIO 2020 CON SERVIZIO PARITARIA

PARTECIPA PER IL RUOLO AL CONCORSO STRAORDINARIO 2020 CON SERVIZIO PARITARIA

Il Concorso Straordinario, così come disciplinato dal Decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale, prevederà la partecipazione dei soli docenti che abbiano maturato servizio, negli ultimi 8 anni, per 3 anni scolastici (almeno 180 giorni per ciascun anno scolastico) in Istituti statali, e non paritari, entro l’a.s. 2019/2020 (quest’ultimo a.s. con riserva fino alla maturazione dei 180 giorni). Nello specifico, prevede che i docenti che abbiano maturato il servizio nella scuola PARITARIA NON possano ottenere l’immissione in ruolo, ma solo conseguire l’abilitazione, qualora superate tutte le prove del Concorso.

La ULMScuola ha predisposto un ricorso che ha lo scopo di denunciare e annullare l’evidente profilo di illegittimità che discrimina alcune categorie di docenti, considerato che, secondo la normativa vigente, il servizio maturato sugli Istituti paritari non è diverso, sia in termini qualitativi che di valutazione di punteggio, da quello maturato nelle scuole statali.

L’adesione al ricorso ha un costo di € 100 per gli iscritti alla ULMScuola ed è possibile ADERIRE QUI